Vuoi sapere se è possibile guadagnare cifre mensili a 4 zeri senza fare niente? 

Questo non è l’articolo che devi leggere. 

Se invece hai deciso di avviare un’attività profittevole togliendoti moltissime soddisfazioni con impegno e dedizione, ti spiegherò subito una strategia assolutamente infallibile.

Generare denaro con gli affitti brevi è la novità del momento e tutti coloro che hanno adottato il mio metodo sono stati felici di scoprire un mondo in continua evoluzione con grandi potenzialità di crescita. Anche il mio team gestisce numerosi immobili per conto dei rispettivi proprietari, offrendo la casa in affitto sulla piattaforma online di Airbnb. 

Non ti chiedo di mettere i tuoi risparmi in un progetto strampalato ma voglio condividere con te questa ghiotta opportunità: infatti non devi fare investimenti onerosi per iniziare in questo mondo e puoi tranquillamente partire da zero. 

Potrei dirti che guadagno cifre a 6 zeri dopo aver messo a profitto le oltre 20 proprietà che detengo ma non intendo annoiarti con dati a cui magari non credi: preferisco parlarti concretamente di questa occasione da cogliere al volo.

Turismo e immobiliare sono un mix vincente e il modello di business che ti propongo farà aumentare in maniera esponenziale i tuoi profitti.

Iniziare a guadagnare senza investire un centesimo

Quando ho iniziato a lavorare ero uno squattrinato e oggi sono estremamente soddisfatto delle società che ho costruito, delle persone che stipendio e delle iniziative che ho messo in piedi per aumentare i miei profitti. Sul web troverai sicuramente chi ti promette di generare entrate in modo automatico ma stai alla larga da questi individui. 

Anche il metodo che ti propongo io può essere automatizzato nella quasi totalità delle fasi ma non ti prospetterei mai situazioni irrealizzabili.

Nella vita ci vogliono serietà e tanta predisposizione a imparare cose nuove. Da quando ho sviluppato il metodo Monopolio Immobiliare i miei studenti non fanno altro che ringraziarmi perché sono riusciti a creare da zero una professione appagante.

Ecco quali sono le caratteristiche del lavoro che ti propongo:

  • È gestibile in smart working
  • Puoi automatizzare la quasi totalità dei processi
  • Non devi investire un euro per partire
  • Inizi subito a guadagnare
  • Il metodo è scalabile e puoi far lievitare i tuoi profitti

Aprire un’attività è costoso e ci sono adempimenti burocratici che talvolta scoraggiano pure coloro che hanno tanta voglia di mettersi in gioco. In Italia ci sono alcune normative che non agevolano affatto l’imprenditoria e spesso bloccano sul nascere perfino la migliore idea. 

Il sistema di guadagno che ti insegno può essere gestito interamente a distanza, ricorrendo al cosiddetto smart working, termine che abbiamo imparato a conoscere nell’ultimo periodo di limitazioni dovute alla pandemia.

Ti farò capire come rendere facili e automatici i processi dalla prenotazione all’incasso, permettendoti di andare in profitto senza recarti sul luogo dove hai preso la casa in gestione. Non sarà necessario sborsare un centesimo per partire e i primi frutti del lavoro si vedranno già dal primo cliente che acquisirai.  

Gli svantaggi di affittare una casa di proprietà

Per lucrare su un immobile puoi decidere di seguire con attenzione ogni minima variazione del mercato, andando a caccia di affari imperdibili e investendo grandi somme di denaro nella speranza di far lievitare il valore delle tue proprietà. Il concetto stesso di valore però può essere superato da quello del profitto, proprio perché qui non si tratta di comprare un bene e rivenderlo.

Puoi decidere di mettere a reddito un’abitazione anche affittandola ma poi devi fare i conti con un sacco di cose. Ecco quali sono le principali preoccupazioni del locatore:

  • Spese di manutenzione straordinaria
  • Eventuali imprevisti economici del settore immobiliare
  • Altre variabili (per esempio la svalutazione delle case in una determinata zona)

Al canone di locazione che incassi devi sottrarre le spese che sarai costretto ad affrontare nel corso degli anni. Il rifacimento della facciata o del tetto, i lavori di miglioria estetica, gli interventi di efficientamento energetico, le riparazioni urgenti.

Poniamo l’esempio di un’abitazione acquistata in un quartiere di lusso che però diventa sempre meno agiato perché emergono fenomeni di delinquenza o per un progetto istituzionale sbagliato come un’infrastruttura invasiva (il rumore di un’autostrada che viene costruita lì vicino o qualsiasi altro fattore esterno).

La casa vale 500.000 euro e ti può fruttare 1.000 euro al mese di affitto, cioè 12.000 euro l’anno lordi. Togli 50.000 mila euro di lavori di ammodernamento, visto che dopo un contratto di 4 anni più 4 anni la costruzione avrà certamente bisogno di qualcosa.  Dopo 8 anni non hai fatto neanche 50.000 euro di utile. Inoltre dal calcolo devi togliere le tasse in più che hai pagato, il costo della vita che nel frattempo è aumentato e tutta una serie di altre voci di spesa che è meglio non ricordare. 

Una miseria per un immobile di quel valore!

Abbiamo ipotizzato che la zona perda complessivamente prestigio. Ora il tuo immobile è addirittura deprezzato rispetto a quando hai deciso di concederlo in affitto. Ci hai rimesso dei soldi!

Cosa dovresti fare per guadagnare con gli affitti brevi

Ho voluto chiarire ampiamente quali sono gli svantaggi evidenti di investire nel mattone per poi affittare una casa. I rischi sono davvero molti e potresti perfino vedere il tuo capitale diminuire, vanificando gli sforzi e l’impegno che hai messo per sviluppare il tuo progetto. I buoni propositi non bastano: devi ragionare in termini di profitto!

Cos’è il property management su Airbnb?

Per acquistare una casa non devi esserne necessariamente proprietario. Ci sono moltissime persone che hanno immobili in tutte le città italiane e che vorrebbero trasformare quelle proprietà in una fonte di reddito. L’unico ostacolo è che non sanno come si fa. O almeno non conoscono bene il settore degli affitti brevi su Airbnb.

È qui che entra in gioco il mio metodo: ti proponi per gestire l’immobile, lo pubblicizzi su Airbnb, ti occupi degli arrivi e delle partenze degli ospiti e ti fai riconoscere una percentuale.

Ecco quali saranno i compiti che il proprietario vorrà affidarti:

  • Gestione delle richieste dei potenziali clienti
  • Gestione delle prenotazioni
  • Check-in e check-out
  • Risoluzione dei problemi dell’ospite
  • Promozione dell’immobile
  • Valorizzazione della proprietà

Facciamo un conto concreto e diretto per avere un’idea delle enormi potenzialità di questo business. Prendiamo in esame un comune appartamento situato in una buona zona di una grande città. Questa tipologia di sistemazione ha ospiti in ogni mese dell’anno e non risente eccessivamente delle variabili dovute alla stagionalità.

Un appartamento in una città italiana con gli affitti brevi può fruttarti 2500 euro al mese. Non devi sborsare niente e puoi iniziare a guadagnare anche oggi, concordando con il proprietario una percentuale. Ti anticipo che, mediamente, i miei studenti concordano percentuali che si aggirano intorno al 40%. Facendo un calcolo matematico semplicissimo escono 1.000 euro al mese. Fantastico!

Ipotizza di prendere in gestione 10 immobili di questo tipo e fai da solo il calcolo delle entrate mensili nette che riceverai.

Come affrontare le obiezioni del proprietario

I miei corsisti si convincono molto rapidamente dell’ottima intuizione di guadagnare affittando le case degli altri su Airbnb. Non serve investire soldi, inizialmente puoi farlo senza aprire partita IVA e non hai alcun tipo di spesa di gestione aziendale. Il tuo business cresce a vista d’occhio mentre ti organizzi per aumentare la mole di denaro che circola in questo sistema virtuoso.

Non tutti i proprietari, ovviamente, capiranno al volo l’opportunità. Sarai tu a spiegare quali sono i margini di guadagno e le potenzialità di questo business.

Seguendo il mio metodo acquisirai tutte le informazioni necessarie per superare le principali obiezioni del proprietario. Eccone alcune:

  • Avere ospiti che arrivano in continuazione può pregiudicare l’immobile
  • È difficile gestire troppi clienti in poco tempo
  • È più sicuro affittare a una famiglia referenziata

L’elenco potrebbe continuare ulteriormente ma rispondiamo subito a queste 3 obiezioni. Al proprietario devi dire che sei proprio tu il primo soggetto interessato al fatto che l’immobile sia sempre in ordine. La faccia è la tua e non vuoi assolutamente prendere una brutta recensione. È anche il tuo business, perciò gli interessi tra te e il proprietario coincidono esattamente.

Sul secondo aspetto, cioè sulla difficoltà a gestire tanti clienti in poco tempo, devi dire al proprietario che il tuo lavoro consiste proprio nella semplificazione dell’attività. Le tue capacità sono a sua disposizione per generare profitti ripetuti e per avere un elevato tasso di occupazione che da solo il proprietario non riuscirebbe mai ad avere.

Sula terza obiezione merita riflettere approfonditamente. Parlando con il proprietario dovresti far capire che anche una famiglia referenziata può ritrovarsi in condizioni di difficoltà. I casi di mancata restituzione di un immobile al termine del contratto sono all’ordine del giorno in Italia.

Su Airbnb il cliente paga prima, alloggia per un tempo breve e successivamente torna a casa propria.

Hai capito come funziona il business degli affitti brevi con il property management?

Voglio insegnarti come generare guadagni immediati senza investimento con gli affitti brevi su Airbnb. Per saperne di più ti invito a cliccare qui: Monopolio Immobiliare